Mentre a Milano l’attenzione  è incentrata sull’Expo 2015 che, avendo per argomento il cibo e il problema della fame nel mondo, di fatto diviene manifestazione globalizzata dallo sfondo consumistico, a Bergamo il Museo Diocesano dà spazio a un artista che nasce panettiere e propone voli simbolici (e sindonici) incentrati su quel che del cibo è l’archetipo.
[gview file=”http://www.frontiere.info/wp-content/uploads/2015/05/Ezio-Tribbia-a-San-Lupo.pdf”]
[gallery link="file" ids="3712,3713,3714,3715"]
]]>

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here